Forma della terra

5 02 2010

1237403379989_mondoI primi tentativi di determinare forma e  dimensioni della Terra risalgono all’antichità. Nel III secolo a.C.  Eratostene di Cirene (276-196 a.C.) con un metodo semplice e geniale misurò la circonferenza della Terra utilizzando l’inclinazione dei raggi solari in luoghi diversi

La forma della Terra è stata definita attraverso una lunga ricerca dei modelli più idonei a consentirne l’esplorazione, e la costruzione di carte geografiche. . È probabile che per molto tempo gli uomini abbiano immaginato la Terra come un corpo piatto. Descrizioni fatte dai Babilonesi prima del 3000 a.C. la rappresentano a forma di ostrica.

La sfericità della Terra fu dimostrata per la prima volta dalla nave “Vittoria” che, dal 1519 al 1522 guidata inizialmente da Ferdinando Magellano e, dopo la morte di questi, da Sebastiano Del Cano, navigando verso est tornò al punto di partenza.

Tuttavia la Terra non ha una forma perfettamente sferica.  Il suo raggio polare è infatti di 6.356 km e quello equatoriale di 6.378 km. In base a queste considerazioni è stato elaborato un modello della Terra avente la forma di un ellissoide di rotazione, cioè della figura che viene generata da un’ellisse ruotante intorno a un asse.

All’inizio del secolo, in considerazione del fatto che la forma effettiva della Terra presenta numerose irregolarità, si pensò di adottare, per la costruzione delle carte, una forma tale per cui su ogni punto della superficie un filo a piombo si disponesse in direzione perpendicolare. A questa forma fu dato il nome di geoide. La superficie del geoide differisce sia dalla superficie sferica che dall’ellissoide in quanto è leggermente depressa nelle zone oceaniche e sopraelevata in quelle continentali a causa delle differenze nella gravità. Negli ultimi anni la forma del pianeta è stata rilevata con sempre maggior precisione grazie ai satelliti artificiali che girano intorno alla Terra.

LE MISURE DELLA TERRA

Raggio equatoriale 6.378 km
Raggio polare 6.357 km
Lunghezza Equatore 40.076 km
Lunghezza circolo meridiano 40.009 km
Superficie 510.100.000 km2
Superficie delle terre emerse 149.400.000 km2
Superficie degli oceani 360.700.000 km2
Massa 5,976 * 1024 kg
Volume 1.083 * 109
Densità media 5,52 g/cm3

Annunci




La meiosi

29 01 2010

La meiosi invece avviene nelle cellule della linea germinale dalle quali si originano i gameti (spermatozoi maschili e ovociti femminili).
• La meiosi è simile alla mitosi ma invece di una avvengono due divisioni cellulari consecutive.
• Alla fine della meiosi sia ha da una cellula progenitrice quattro cellule figli con una quantità di DNA pari alla metà di quello della cellula progenitrice.
Prima divisione meiotica (figura2):
1. profase 1: il DNA si condensa in cromosomi, la membrana nucleare scompare, si formano le fibre del fuso, i cromosomi omologhi si appaiano e si scambiano dei tratti (crossing over).
2. metafase 1: i cromosomi si dispongono lungo la piastra equatoriale.
3. anafase
1: a differenza della mitosi alla fine della metafase non si sdoppia il centromero per cui le fibre del fuso trascinano i cromosomi omologhi ai due poli opposti della cellula.
Seconda divisione meiotica (figura 2):
1. telofase 1: si formano due cellule con una sola copia di ciascun cromosoma. Si forma la membrana nucleare intorno ad ogni gruppo di cromosomi.
2. profase 2: si dissolve la membrana nucleare e compaiono le fibre del fuso
3. metafase 2: i cromosomi si allineano sulla piastra equatoriale della cellula
4. anafase 2: si sdoppia il centromero e si separano i cromatidi.
5. telofase 2: i cromatidi si trovano ai poli opposti e intorno si forma la membrana nucleare.





Gaia nostra madre Terra

2 10 2009




Gaia:Madre Terra

2 10 2009




Effetto serra

14 09 2009


In appena 250 anni noi uomini, ci siamo resi responsabili dell’inquinamento dell’atmosfera, dovuto all’uso sconsiderato e crescente di combustibili fossili, petrolio, carbone e gas, impiegati per produrre energia
Un fenomeno che dà vita all’aumento della temperatura, è l’effetto serra.
Esso è provocato dai raggi solari provenienti dal sole che attraversano con facilità l’atmosfera, e sono assorbite dalla terra, la quale ne riflette gran parte sotto forma di raggi infrarossi. Questi raggi rimangono intrappolati nell’atmosfera per effetto d’alcune sostanze come il metano, l’anidride carbonica, l’azoto, eccetera. Così facendo, provocano un innalzamento della temperatura terrestre: in questo modo l’anidride carbonica si comporta come una serra: fa passare la luce ma impedisce la fuoriuscita del calore.
Negli ultimi anni, questo fenomeno è andato progressivamente intensificandosi e, responsabile di questo, è la crescente concentrazione di anidride carbonica nell’ aria, dovuta al sempre più diffuso uso di combustibili fossili, agli incendi forestali sempre più frequenti e alla diminuita capacità di rimozione dall’aria di anidride carbonica da parte delle foreste.
Secondo i calcoli degli studiosi, le conseguenze a questo fenomeno porterebbero a:
incontrollabili mutamenti climatici: la temperatura potrebbe crescere di qualche grado nell’ arco di cento anni e così facendo provocherebbe seri danni alla produzione agricola e a tutti gli ecosistemi.
uno scioglimento dei ghiacciai e ci sarebbe una notevole diminuzione della consistenza delle calotte polari con conseguente innalzamento del livello dei mari.
Ad un cambiamento dello sviluppo della vegetazione e un cambiamento del comportamento della vita degli animali

L’unione di tutti gli stati del mondo non ha ancora trovato una soluzione per questo fenomeno così complesso. Tutto il Mondo è d’accordo sul fatto che ci sono due interventi che occorre fare immediatamente ovvero:
ridurre, a livello internazionale, le emissioni inquinanti
potenziare la superficie delle foreste





Glossario di genetica

20 03 2009


ACIDI NUCLEICI:macromolecole presenti in ogni organismo vivente che comprendono il DNA e l’ RNA; sono costituiti da una sequenza formata da uno zucchero pentoso, una base azotata e un gruppo fosforico
ALLELE: membro di una coppia di geni (uno solo per ogni carattere).
AMINOACIDI:composti chimici organici la cui unione in catene di sequenze diverse costituisce le proteine. Negli organismi viventi ne esistono 20 tipi diversi specificati secondo il codice genetico da sequenze di tre nucleotidi.
AMNIOCENTESI:prelievo del liquido amniotico per esaminare le cellule dell’embrione. Si effettua verso il quarto mese di gravidanza.
ANTICORPI:proteine prodotte da cellule del sistema immunitario dei vertebrati. La loro funzione è di difendere l’organismo dalla presenza di sostanze estranee (antigeni).
APLOIDE:cellula con 23 cromosomi spaiati (uno per ogni coppia).
BATTERI: organismi unicellulari procarioti in grado di riprodursi molto rapidamente.
CARATTERE DOMINANTE:carattere che in un incrocio tra 2 linee pure si manifesta nella prima generazione filiale(F1).
CARATTERE RECESSIVO:carattere nascosto negli individui eterozigoti da quello dominante e che si manifesta soltanto nella seconda generazione filiale(F2).
CARIOTIPO: mappa dei cromosomi della cellula.
CELLULA: unità funzionale di tutti gli organismi viventi in grado di svolgere autonomamente tutte le principali funzioni vitali.
CELLULE SESSUALI (o GAMETI): cellule costituite da spermatozoi nell’uomo e da ovocellule nella donna aventi 23 cromosomi singoli.
CELLULE SOMATICHE: le cellule che formano il corpo umano.
CELLULE TOTILPOTENTI: cellule non ancora specializzate a svolgere una determinata funzione.
CLONE/CLONAGGIO/CLONARE:il clonaggio o la clonazione è la tecnica che consente di ottenere diverse coppie identiche, dette cloni, di una molecola, di una cellula o di un individuo.
CODICE GENETICO: metodo attraverso il quale si trasmettono le informazioni portate dai geni.
CROMOSOMI:filamenti presenti nel nucleo delle cellule. Sono costituiti ciascuno da una doppia elica di DNA e da proteine.
CROSSING-OVER: mutazione naturale che avviene quando due cromosomi omologhi si sovrappongono e si scambiano alcuni geni.
DIPLOIDE: cellula con 23 coppie di cromosomi.
DNA (acido desossiribonucleico): doppio filamento avvolto a spirale costituito da una sequenza di nucleotidi a loro volta costituiti da uno zucchero pentoso, una base azotata e un gruppo fosforico.
EMBRIONE: essere vivente nella fase iniziale di sviluppo prima della nascita(negli esseri umani la fase embrionale è nei primi tre mesi).
ENZIMA: macromolecola, per lo più proteica, che agisce accelerando una determinata reazione chimica.
ENZIMI DI RESTRIZIONE:molecole in grado di “tagliare” la molecola di DNA in corrispondenza di determinate sequenze.
EREDITA’ BIOLOGICA/GENETICA:trasmissione delle caratteristiche dai genitori ai figli . Questo processo viene realizzato grazie all’informazione codificata del DNA.
ETEROZIGOTE:organismo che possiede 2 alleli diversi per un determinato carattere.
FENOTIPO: aspetto esteriore ed insieme di caratteristiche osservabili di un organismo.
FETO: essere vivente nella fase successiva a quella embrionale prima della nascita (negli esseri umani questa fase inizia dal terzo mese ed arriva fino alla nascita).
FUSO MIOTICO: struttura che si forma nel citoplasma durante la mitosi facendo dividere equamente i 46 cromosomi della cellula.
GENI: caratteri ereditari che un individuo trasmette al proprio discendente localizzati sui cromosomi.
GENOMA/GENOTIPO: insieme delle sequenze di DNA specifiche di un organismo.
IMPRONTA GENETICA: risultato della mescolanza del DNA materno e paterno. E’ unico e da esso si puo’ risalire ai genitori di un individuo.
INGEGNERIA GENETICA: introduzione artificiale di cambiamenti ai geni in una determinata cellula
INSEMINAZIONE ARTIFICIALE: iniezione di seme nell’utero della donna per fecondarla.
MEIOSI: divisione cellulare che porta alla formazione di cellule aploidi: i gameti.
MITOSI: divisione cellulare che porta alla formazione di cellule diploidi
MUTAZIONE:modificazione del messaggio genetico che produce principalmente nella cellula cambiamenti.
NUCLEO: parte centrale di una cellula in cui sono contenuti i cromosomi.
NUCLEOTIDE: monomero costituente degli acidi nucleici formato da un gruppo fosforico, uno zucchero pentoso e da 1 delle 4 basi azotate.
OMOZIGOTE: organismo che possiede 2 alleli uguali per un determinato carattere.
ORMONI: proteine prodotte dall’organismo che svolgono la propria funzione in organi ed apparati diversi da quelli in cui sono stati prodotti.
PROTEINE: macromolecole costituite da sequenze dei 20 aminoacidi presenti in natura. Le proteine sono dei composti fondamentali per la cellula e svolgono funzioni strutturali, regolative ed enzimatiche.
RNA (acido ribonucleico):macromolecola il cui compito principale è di trascrivere e tradurre l’informazione contenuta nel DNA.
SPECIE: insieme di esseri viventi con caratteristiche proprie in grado di incrociarsi tra loro e di avere prole feconda.
TRIPLETTA: sequenza di tre basi azotate ad ognuna delle quali corrisponde un determinato aminoacido.





Reticolato geografico

13 10 2008


Riferimenti geografici
Al fine di individuare un punto sulla superficie terrestre in maniera univoca si utilizza un sistema di riferimento, analogo al sistema di assi cartesiani con il quale misuriamo le coordinate di un punto sul piano.
Gli assi di riferimento (analoghi all’asse delle ascisse e delle ordinate) sono stati convenzionalmente fissati nell’equatore e nel meridiano di Greenwich.
L’equatore è la circonferenza massima ottenuta dall’intersezione della superficie terrestre con un piano passante per il centro della terra e perpendicolare all’asse di rotazione terrestre. Tutti gli infiniti piani che intersecano la superficie terrestre parallelamente al piano equatoriale individuano altrettante circonferenze, di raggio via via minore man mano che ci avviciniamo ai poli, dette paralleli.
• intersecando la superficie terrestre con dei piani contenenti l’asse di rotazione terrestre si ottengono infinite circonferenze passanti per i due poli geografici. Ciascuna metà di tali circonferenze congiungenti il polo Nord al polo Sud è detta meridiano. Convenzionalmente il meridiano fondamentale di riferimento è quello che passa per l’osservatorio astronomico di Greenwich.
• L’insieme dei meridiani e dei paralleli forma una griglia detta reticolato geografico.